domenica, marzo 18, 2007

chiacchere insieme...

Volevo spendere due parole sul meraviglioso romanzo a fumetti di Jiro Taniguchi che ho letto questo pomeriggio, Harukana Machi-e del 1998. Edito dalla Coconino Press qualche anno fà in due volumi (il secondo non l'ho mai visto! NdMM), finalmente è uscito per la Rizzoli in un unico volume nella collana "24sette" (http://www.24sette.it/) e così sono riuscito a leggere. ... GRAZIE OMAR Martini! Grazie.

L'ho acquistato ieri alla fumetteria Megacomics di Civitanova Marche (si faccio SPAM e auto SPAM anche dentro il mio Blog e chissenefrega!).

Devo dire che "In una lontana città" è forse trai più bei lavori di Taniguchi che ho letto fino ad ora, più bello di ogni altro in assoluto (scanso solo "Inu o Kau" trad. "Allevare un Cane" & "Gourmet" editi dalla Panini perchè all'interno trovo parti di me. Intime e profonde dove non riesco proprio ad essere obbiettivo).

Una storia toccante, terribilmente vera, orchestrata talmente bene che sembra vedere una pellicola di Ozu da dietro un vetro della casa dei personaggi dentro la storia giapponese. Le espressioni di gioia, dolore, angoscia, dubbio, amore, rimpianti, sono talmente vivide da essere provate perfino dal lettore che immerso in questa estate del 1963 vive con il Hiroshi un momento bello come i 14 anni e importante come una crisi familiare nel apice del fulgore della sua famiglia perfetta.

Dramma esistenziale di un uomo di 48 anni che fà il punto della situazione sulla sua vita. La famiglia, i genitori il suo presente e il suo passato. Un lavoro splendido e più che unico.

Da una simile idea di partenza Francis Ford Coppola ha tratto il film "Peggy Sue si è sposata" 1986. Jiro Taniguchi ha ricavato invece questo romanzo a fumetti.
Si sanno poche cose su Taniguchi. Invidia l'Europa per la facilità di contaminazione tra i paesi che la compongono. E affascinato dalla Francia, paese in cui vorrebbe andare ad abitare. Per lui, uomo di poche parole, gli italiani parlano troppo (incredibile...).
"Quando costruisco una scena, la definizione dei dettagli diventa parte del racconto. Mi appassiona disegnare nel dettaglio. Forse disegno anche troppo nei dettagli" ha affermato.

Comunque, acquistatelo. Proverete grandi emozioni.

Vostro Affezionatissimo MM

3 commenti:

puzzofilm ha detto...

Taniguchi è una delle mie più grandi passioni, non ho mia letto l'olmo che dicono tutti molto bello. Te immagino ce l'hai vero? me lo vedni ti offreo 10 euri...:)

Manga-Man ha detto...

Caro Maurizio non posso proprio, è anche uno dei miei fumettisti preferiti!

E poi "I racconti dell'Olmo" a 10 Euro non valrebbe neanche il prezzo di copertina che mi pare sia 13 euro circa... e che cavolo!!!

Ciao MM

puzzofilm ha detto...

Cmq il suo più bello IMHO è indiscutibilmente "L'uomo che cammina". E' usicta una sua raccolta un anno fa su Repubblica molto bella e a poco prezzo. Secondo me è l'autore che più di tutti si avvicina a Ozu. Sì se facesse il regista sarebbe Ozu. Te ne offro 15...:)

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog