venerdì, settembre 26, 2008

Vi ricordate "Thrill Kill" per la PSX?

Thrill Kill è un picchiaduro tridimensionale per PlayStation sviluppato dalla Paradox Development: per sviluppare tale gioco (che inizialmente doveva essere basato sul gioco "Maya del tlachtli") ci vollero ben 4 anni.

Ai primi stadi dello sviluppo, Thrill Kill doveva chiamarsi S & M (Slaughter & Mutilation, macello e mutilazione). Il gioco doveva essere pubblicato dalla Virgin Interactive, ma in seguito all'acquisizione di quest'ultima da parte della Electronic Arts nel 1998, la pubblicazione venne annullata e sono entrate in circolazione solo copie pirata.

Il gioco si svolge di una stanza quadrata in 3D, dove dai 2 ai 4 lottatori si sfidano fino alla morte.

Ciascun lottatore, anziché una lifebar che diminuisce man mano che subisce colpi, possiede una kill bar, inizialmente vuota, che si accresce man mano che sferra attacchi: quando la kill bar si riempie, il lottatore viene colpito da fulmini e può sferrare una Thrill Kill, che gli consente di uccidere uno degli altri lottatori, similmente alle fatality di Mortal Kombat. La Thrill Kill è uguale se il lottatore da uccidere non è l'unico presente nella stanza (spiaccicamento contro un muro, contro il soffitto - con tanto di pioggia di sangue - o serie mortale di colpi); nei combattimenti 1 vs. 1, oppure se rimangono solo due sfidanti nella stanza, la Thrill Kill è differente per ciascun personaggio.

Il motore grafico del gioco fu in seguito riutilizzato per i seguenti giochi:

* "Wu-Tang: Shaolin Style", pubblicato nell'ottobre 1999 da Activision e basato sul gruppo rap Wu-Tang Clan, che ebbe tuttavia scarso successo;
* "X-Men: Mutant Academy" e "X-Men: Mutant Academy 2";
* "Rock 'Em Sock 'Em Robots Arena"

I giocatori sono in realtà le anime di otto persone morte e scese all'Inferno; quest'ultimo è ben lontano dall'inferno dantesco, ma una copia deviata del mondo moderno. Ciascun personaggio è la manifestazione fisica delle perversioni e dei vizi che aveva in vita. Marukka, il dio dei segreti, annoiatosi della solita routine, decise che sarebbe stato divertente mettere queste anime le une contro le altre; il vincitore avrebbe poi duellato con il dio. Premio in palio: la reincarnazione e una nuova vita terrena.

I personaggi giocabili sono, nell'intenzione degli ideatori del videogame, le anime di otto persone particolarmente peccatrici, morte e scese all'inferno; ciascun personaggio è la manifestazione fisica delle perversioni e dei vizi che aveva in vita.

L'inferno di Thrill Kill è ben lontano dall'inferno dantesco, in quanto consiste in una una copia deviata del mondo moderno, come possiamo intuire dagli scenari di gioco, che si trovano nell'inferno ma sembrano spezzoni del mondo reale.

I personaggi combattono fra loro in quanto Marukka, il dio dei segreti, annoiandosi della solita routine, decise che sarebbe stato divertente mettere queste anime le une contro le altre; il vincitore avrebbe poi duellato con il dio, avendo così la possibilità di reincarnarsi e vivere una nuova vita terrena.

Con l'acquisizione della Virgin Interactive (che pubblicava il Thrill Kill) da parte della Electronic Arts, il gioco venne censurato perché "troppo pieno di violenza fine a sè stessa" e ritirato dal mercato poiché avrebbe potuto danneggiare l'immagine della casa pubblicatrice. Nel gioco, infatti, erano presenti (oltre agli ambienti assai macabri) personaggi andicappati o con arti amputati, oltre a mosse dai significati esplicitamente sessuali (come Bitch slap, Swallow this) e costante presenza di sangue e violenza gratuiti. La EA, inoltre, rifiutò di vendere il gioco ad altre case per farlo pubblicare con altre etichette. In seguito, però, coloro i quali lavorarono alla creazione del gioco misero ugualmente Thrill Kill in circolazione nella rete assieme a varie versioni beta.

Curiosità sulla censura:
Prima ancora del ritiro dai negozi, il gioco aveva già avuto problemi con la censura: il personaggio di The Imp doveva inizialmente chiamarsi "Senator Lieberman", ma a causa di un'omonimia (che suonava un po' come uno sfottò diretto) con un senatore statunitense il nome fu sostituito, mentre Belladonna doveva vestire in perizoma e muoversi più languidamente.

TUTTO CIò è stato rubato da wikipedia su un gioco che mi fece sognare su cd pirata!!!!!
Che tempi... che tempi...
ciao
MM

2 commenti:

AdrianS ha detto...

Ah, che nostalgia i tempi della PSX!! Anche se TK non l'ho mai giocato, devo rimediare!!!

Marco Vecchini ha detto...

Me lo ricordo XD! Lo avevo visto su una preview di PSM. Mi pare che alcuni pezzi delle soundtrack fossero di Rob zombie

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog